Curriculum

CURRICULUM ASSOCIAZIONE U.N.I.Vo.C. DI NAPOLI
 

 

INFORMAZIONI
Nome –
 Unione Nazionale Italiana Volontari pro Ciechi -ONLUS- Sezione Provinciale di Napoli
Sede Legale ed Operativa – VIA S. GIUSEPPE DEI NUDI, 80 – 80135 NAPOLI
Telefono – 081 5498835
Fax – 081 5497953
E-mail – univocna@univoc.org
C.F. – 94135400631
Presidente – Salvatore Petrucci
Vice Presidente – Piscopo Silvana
Soci Fondatori – Salvatore Petrucci, Maria De Mieri, Enrico Falbo, Alessandra Chianese, Arianna Sbarra, Francesca Barrella, Sergio Mazziotti, Marco Mollica, Maria Terracciano, Maria Paolantonio, Maria Rosaria Galluccio
Scopi istituzionali e finalità – Attività di volontariato pro Ciechi
Costituzione giuridica – ONLUS
Fonti di finanziamento – Oblazioni, contributi ricevuti da Enti pubblici ed erogazioni private per lo svolgimento di attività promosse dall’associazione.
Data costituzione – 11/03/1992

PRESENTAZIONE 
L’Unione Nazionale Italiana Volontari pro Ciechi Onlus di Napoli si è costituita nel 1992 per impulso dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di cui l’U.N.I.Vo.C. rappresenta una vera e propria emanazione. L’associazione promuove la cultura della solidarietà e del volontariato operando in favore dei minorati della vista. L’U.N.I.Vo.C. si è liberamente costituita come espressione democratica, apartitica ed aconfessionale di solidarietà sociale ed è basata sul desiderio dei suoi appartenenti di esplicare un diretto impegno personale e disinteressato a favore dei minorati della vista. L’U.N.I.Vo.C. ONLUS di Napoli è regolarmente iscritta al Registro Regionale del Volontariato con numero di decreto 24274 del 29/12/1997. Con Decreto Dirigenziale n. 929 del 20 dicembre 2001 risulta iscritta dal 20/12/2001 al N° 50 nell’elenco Regionale ricognitivo O.N.L.U.S. in qualità di Ente a carattere sanitario e socio-sanitario della Provincia di Napoli.

MISSION 
L’U.N.I.Vo.C. ha come scopo lo svolgimento, da parte dei propri aderenti e di altri soggetti di attività personale, spontanea e gratuita di volontariato a favore dei ciechi e più in generale dei minorati della vista. In particolare persegue la finalità del superamento dei fattori che ostacolano la piena integrazione sociale, culturale e lavorativa dei minorati della vista. Non ha fini di lucro, neppure indiretto, ed opera per esclusivi fini di solidarietà. I suoi aderenti esplicano in modo spontaneo e gratuito un impegno personale, diretto e disinteressato, a favore dei non vedenti e dei minorati della vista, mediante lo svolgimento di attività di vario genere che includono: incombenze domestiche, compagnia, commissioni, passeggiate, letture domiciliari, accompagnamenti ad eventi od occasioni particolari.

ATTIVITA’ CULTURALI E DI PROMOZIONE SOCIALE
L’associazione manifesta il proprio interesse a realizzare attività ricreativo-culturali radicate sul territorio di intervento al fine di favorire l’integrazione dei minorati della vista ed in particolare dei bambini/ragazzi e degli anziani. L’U.N.I.Vo.C organizza gite sia in Italia che all’estero, escursioni presso siti di interesse storico-archeologico e visite guidate a musei e luoghi di rilevanza artistico-culturale, resi accessibili attraverso percorsi appositamente studiati per le esigenze di questa specifica disabilità. Inoltre realizza campi-avventura per stimolare la socializzazione e l’autonomia dei bambini non vedenti ed ipovedenti di Napoli e Provincia.

EVENTI E MANIFESTAZIONI
Per promuovere la diffusione del volontariato e finanziare le attività pro ciechi l’U.N.I.Vo.C. organizza eventi speciali aperti a tutti come le “Cene al Buio”, partecipa a rassegne e feste di promozione del volontariato e prepara gadget e “Bomboniere Solidali” per matrimoni, comunioni, cresime, battesimi, lauree, anniversari.

CORSI DI FORMAZIONE
L’U.N.I.Vo.C. mette a disposizione dei suoi soci percorsi formativi specifici per permettere l’assistenza dei minorati della vista e approfondire la conoscenza di questo handicap.
COLLABORAZIONI E PARTENARIATI
L’U.N.I.Vo.C. si avvale in qualsiasi momento delle professionalità e delle competenze specifiche messe a disposizione della seguente rete: Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, Centro Nazionale del Libro Parlato, Centro Nazionale Tiflotecnico, Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione, Biblioteca Italiana per Ciechi “Regina Margherita”, Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi, Agenzie Internazionale per la Prevenzione della Cecità. In passato ha presentato progetti in partenariato con il Comune di Napoli, Comune di Marano, A.S.L. Na-1, Ente Parco Nazionale del Vesuvio. Attualmente collabora stabilmente con numerose associazioni di volontariato, centri culturali e cooperative sociali tra cui: Legambiente, Parco Nazionale del Vesuvio, Associazione “Il Bosco”, Centro Città dell’Essere, Angeli Flegrei, Peepul-dalla parte dei disabili, Telefono Amico, Auser Napoli Centro, Lions Club Napoli Europa “Gianpaolo Cajati”, Leo Club Napoli “Castel Sant’ Elmo

PROGETTI

Durata – Ottobre 2010 – Marzo 2012
Titolo – “Vediamo di Muoverci”
Bando – Bando di Idee 2009 – Azione 1
Partnership – //////
Fonte di Finanziamento – Centro Servizi per il Volontariato di Napoli
Descrizione –
Promuovere la cultura della legalità proponendo modelli di convivenza civile ispirati ai principi della solidarietà e del volontariato;
Sostenere il diritto alla mobilità per le persone con disabilità visiva ed Incentivare l’adozione di comportamenti virtuosi dei cittadini attraverso il rispetto delle diversità e il riconoscimento dei disagi delle minoranze svantaggiate
Attività del Progetto
Attività di promozione della cittadinanza attiva mediante la realizzazione di campagne informative sul diritto alla mobilità delle persone con disabilità visiva;
Attività di formazione dei volontari dell’U.N.I.Vo.C. svolta anche attraverso laboratori di pratica filosofica miranti alla conoscenza dell’alterità;
Attività di diffusione dei risultati del progetto attraverso la realizzazione di un prodotto audio-video che possa testimoniare lo stato dell’arte e che sia in grado, al contempo, di proporre soluzioni praticabili per rimediare al problema in oggetto;
Attività di ricerca-azione fondata sulle risposte e le esigenze dei destinatari diretti e indiretti emerse in sede progettuale.

Durata – Marzo 2010 – Febbraio 2012
Titolo –“Informiamo-ci”
Bando – Perequazione sociale 2008
Partnership –Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Napoli e Regionale, Univoc di Caserta e Salerno, Ludoteche: “Il Bosco”, “Arciragazzi” e “Uno Monta la Luna”, Legambiente Parco letterario Vesuvio.
Fonte di Finanziamento – Fondi Protocollo di Intesa Fondazioni Bancarie e Volontariato
Descrizione –
Il Progetto “Informiamo-Ci” si rivolge a tutte le persone con disabilità visiva della Regione Campania e ai loro familiari. Alcune attività saranno destinate in modo particolare a bambini e ragazzi non vedenti ed ipovedenti
Sportello ed Assistenza
Erogazione di informazioni sui servizi offerti dalle strutture territoriali dell’ambito sociale e sanitario (ASL, Aziende Ospedaliere, associazioni, palestre, piscine ecc.).
Diffusione e avviamento ai servizi dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti e delle sue ramificazioni (Libro Parlato, Centro tiflotecnico, Centro di Consulenza tiflodidattica).
Tutoraggio alla Pari
Attraverso le attività di consulenza alla pari (pair counselling) non vedenti ed ipovedenti, esperti e consapevoli, accompagneranno e sosterranno i fruitori dello Sportello. La consulenza alla pari garantirà la programmazione di interventi personalizzati individuando, per ciascun soggetto, programmi di inserimento e integrazione sociale.
Sostegno alle Famiglie
Per i genitori ed i familiari, spesso impreparati ad affrontare i problemi che la cecità comporta, è previsto un sostegno di gruppo che, in una prima fase, sarà gestito da psicologi , e che successivamente li renderà in grado di sostenere, a loro volta, altri genitori in difficoltà attraverso la costituzione di gruppi di auto-aiuto: “l’intento comune dei gruppi di auto-aiuto è quello di trasformare coloro che domandano aiuto in persone in grado di fornirlo”.
Ludoteche ed Integrazione
Inserimento di bambini non vedenti ed ipovedenti dai 6 ai 15 anni in ludoteche del circuito pubblico di Napoli, Caserta e Salerno, con il sostegno nelle attività ludico-ricreative di personale appositamente formato e dei volontari delle U.N.I.Vo.C.
Escursioni
Organizzazione di periodiche escursioni in luoghi di interesse paesaggistico e naturale, accompagnati dal personale di Legambiente Parco Letterario Vesuvio ed assistiti dai volontari delle U.N.I.Vo.C. di Napoli, Caserta e Salerno

Durata – Giugno 2009
Titolo –“Impariamo a volare”
Bando –//////
Partnership –//////
Fonte di Finanziamento – Lions Club Napoli Europa “Gianpaolo Cajati” distretto 108- YA
Descrizione –
Campo-avventura interamente finanziato dal circolo Lions Club Napoli Europa e rivolto a bambini/ragazzi non vedenti al fine di implementarne l’autonomia domestica e personale, la mobilità sia in esterno che in interno e l’orientamento. Il campo è stato impostato in modo tale da stimolare la socializzazione dei bambini e la loro capacità di apprendimento tramite il gioco, la creatività e la manualità. Lungo tutto il percorso i ragazzi sono stati assistiti da una equipe di volontari vedenti appositamente formati dall’ente stesso in sede del corso di formazione previsto dal progetto precedentemente svolto “Solidarietà e disabilità. Per crescere insieme”

Durata – Aprile 2009-Maggio 2009
Titolo –“Solidarietà e disabilità. Per crescere insieme”
Bando –Bando di Idee 2008- Formazione
Partnership –Angeli Flegrei, Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti
Fonte di Finanziamento – Centro Servizi per il Volontariato di Napoli
Descrizione –
Allo scopo di aumentare il numero di volontari da destinare all’assistenza dei minorati della vista, il progetto ha realizzato un percorso di formazione e/o aggiornamento per un gruppo di 12 volontari, attraverso lezioni seminariali e laboratori pratici (campi-scuola residenziali) per formarli ed informarli intorno agli aspetti della cecità infantile e adolescenziale esaminati da molteplici prospettive. I corsisti hanno, poi, potuto mettere in pratica le conoscenze acquisite in sede teorica avvalendosi di un approccio metodologico interattivo basato su un continuo confronto con i docenti e i bambini.

Durata – Marzo 2009-Aprile 2009
Titolo –“Black Bar Meeting”
Bando –Bando di Idee 2008- Promozione
Partnership –Angeli Flegrei, Legambiente.
Fonte di Finanziamento – Centro Servizi per il Volontariato di Napoli
Descrizione –
Campo-avventura interamente finanziato dal circolo Lions Club Napoli Europa e rivolto a bambini/ragazzi non vedenti al fine di implementarne l’autonomia domestica e personale, la mobilità sia in esterno che in interno e l’orientamento. Il campo è stato impostato in modo tale da stimolare la socializzazione dei bambini e la loro capacità di apprendimento tramite il gioco, la creatività e la manualità. Lungo tutto il percorso i ragazzi sono stati assistiti da una equipe di volontari vedenti appositamente formati dall’ente stesso in sede del corso di formazione previsto dal progetto precedentemente svolto “Solidarietà e disabilità. Per crescere insieme”

Durata – Aprile 2009-Maggio 2009
Titolo –“Solidarietà e disabilità. Per crescere insieme”
Bando –Bando di Idee 2008- Formazione
Partnership –Angeli Flegrei, Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti
Fonte di Finanziamento – Centro Servizi per il Volontariato di Napoli
Descrizione –
L’obiettivo generale del progetto è stato promuovere la cultura della solidarietà e del volontariato sottolineando l’opera sociale e meritoria di questo settore. Inoltre, si è inteso sensibilizzare ed educare la cittadinanza all’attenzione per le problematiche delle minoranze sociali in modo da favorire l’inclusione nella vita della comunità della disabilità in specie e della diversità in genere. L’idea progettuale ha realizzato un percorso di riscoperta della multisensorialità:i volontari hanno accompagnato i partecipanti (bendati) in una breve passeggiata tra le vie della città, un coinvolgente percorso all’uopo approntato farà sperimentare le quotidiane difficoltà dei non vedenti. Successivamente nel bar, al buio, i volontari non vedenti hanno guidato gli ospiti alla scoperta di ciascuno dei sensi rimasti in un itinerario studiato, volto alla loro sollecitazione mediante stimoli adeguati.

Durata – APRILE 2008
Titolo –“Il Xcorso del volontario”
Bando –Bando di Idee 2007- Formazione
Partnership –Unione Italiana dei Ciechi, Centro Nazionale del Libro Parlato
Fonte di Finanziamento – Centro Servizi per il Volontariato di Napoli
Descrizione –
Il corso è stato rivolto a volontari ed aspiranti che hanno appreso il Metodo Braille, i principali ausili tiflodidattici, tiflotecnici ed informatici, le principali tecniche di accompagnamento.

Durata – MARZO 2008
Titolo –“Al buio. Per vedere con le mani”
Bando –Bando di Idee 2007- Promozione
Partnership –Unione italiana dei ciechi ed ipovedenti di Napoli, Legambiente Parco Letterario Vesuvio. In collaborazione con il Museo Tattile Statale Omero di Ancona.
Fonte di Finanziamento – Centro Servizi per il Volontariato di Napoli
Descrizione –
Si è trattato di una mostra tattile rivolta a persone vedenti. Così, sculture, modelli architettonici (messi a disposizione dal Museo Omero) sono stati al buio esplorati e visti con le mani, dunque, un modo diverso, unico ed originale di avvicinarsi attraverso l’arte al mondo dei non vedenti. La Mostra si è svolta dal 14 al 21 Marzo 2008 presso il Chiostro di Santa Chiara, Sala del Crocifisso e Sala Maria Cristina, ed ha visto la partecipazione di circa 800 persone tra scuole, associazioni, autorità e singoli cittadini. E’ stato sicuramente un importantissimo evento che ha dato molta visibilità alla nostra Associazione a Napoli e Provincia.

Durata – Ottobre 2007-Febbraio 2008
Titolo –“Oltre l’orizzonte”
Bando –//////
Partnership –//////
Fonte di Finanziamento – Regione Campania – Legge Regionale 9/93
Descrizione –
Il progetto ha mirato alla formazione di volontari interpreti per sordociechi con il metodo Malossi. Il corso si è svolto con la partecipazione di 23 volontari della nostra sezione che hanno avuto la possibilità di imparare il Malossi. L’apprendimento di tale metodo di comunicazione per sordociechi mette la sezione dell’Univoc di Napoli al primo posto tra le Sezioni Provinciali con utenti sordociechi, i quali finalmente potranno usufruire dei nostri servizi.

Durata – 2006-2007
Titolo –“Bambini non vedenti e Famiglie: un Percorso da Costruire insieme”
Bando –//////
Partnership –Legambiente parco Letterario Vesuvio.
Fonte di Finanziamento – Provincia di Napoli
Descrizione –
Gli obiettivi del progetto sono stati di realizzare una serie di attività finalizzate a rafforzare le capacità di orientamento e autonomia di bambini non vedenti e favorire, nei genitori, comportamenti educativi consapevoli e più adeguati ad un corretto approccio alla minorazione visiva. Si è proceduto all’organizzazione di un campo scuola nel mese di Settembre. Il gruppo di Bambini/ragazzi insieme ad alcune mamme e a cinque volontari è partito da Napoli per la visita delle Grotte di Frasassi e del Museo Tattile Statale Omero di Ancona. I piccoli visitatori hanno finalmente avuto la possibilità di toccare le opere esposte e di rendersi conto di come è fatta realmente una statua, anche i genitori hanno avuto la possibilità di conoscere ed approfondire argomenti a loro sconosciuti. Durante il pomeriggio, inoltre, si è svolto un laboratorio didattico con gli operatori del Museo che ha visto protagonisti il gruppo napoletano.

Durata – Ottobre 2004- Maggio 2005
Titolo –“No Limits nel Parco Nazionale del Vesuvio”
Bando –//////
Capo Fila
Partnership –U.N.I.Vo.C. sezione provinciale di Napoli, Legambiente Parco Letterario Vesuvio
Fonte di Finanziamento – Ministero delle Politiche Sociali
Descrizione –
Il progetto ha realizzato un Parco accessibile a tutti nell’ambito di un turismo accessibile e senza barriere. A tale scopo ha proposto la creazione di una “filiera dell’accoglienza per tutti” , capace di aggregare progressivamente un numero sempre maggiore di soggetti pubblici e privati, nel comune obiettivo di rendere fruibile a tutti l’area del Parco nazionale del Vesuvio. Il progetto ha previsto anche un’offerta integrata di servizi turistici dalla ristorazione al tempo libero. Il progetto ha realizzato: brochure illustrative in Braille, l’apertura di un sentiero accessibile ai disabili, mappe tattili sulla rete sentieristica, tabelloni illustrativi in nero e in Braille, audiocartoline promozionali. Ancora campi-scuola per bambini non vedenti, corsi di formazione per guide turistiche per non vedenti, sportelli informativi e un sito web accessibile. La stampa sia locale che nazionale ha seguito accuratamente tutti gli appuntamenti e numerosi operatori economici hanno sollecitato il proseguimento delle attività. Sono stati coinvolti ristoranti, alberghi, bar, e l’Osservatorio Vesuviano.

Durata – Maggio 2002
Titolo –“Alfabetizzazione Braille”
Bando –//////
Partnership –//////
Fonte di Finanziamento – U.N.I.Vo.C. di Napoli
Descrizione –
Il corso ha mirato alla formazione di volontari ed aspiranti del metodo di scrittura e lettura Braille, nonché delle principali nozioni sugli ausili tiflotecnici e tiflodidattici dei minorati della vista.

Durata – Luglio 2000
Titolo –“Corso per Formatori di Volontari U.N.I.Vo.C.”
Bando –//////
Partnership –//////
Fonte di Finanziamento – Istituto di Ricerca, Formazione e Riabilitazione I.R.I.FO.R. (Roma)
Descrizione –
Corso di formazione volto a preparare figure esperte nel settore della formazione di volontari U.N.I.Vo.C. preposti all’assistenza ed il sostegno delle persone affette da disabilità visiva.

Durata – 2000
Titolo –“Corso di ambientamento e comunicazione per volontari vedenti”
Bando –//////
Partnership –In collaborazione con il Comune di Marano di Napoli
Fonte di Finanziamento –Regione Campania -Legge Regionale 9/93
Descrizione –
Il progetto ha realizzato un percorso di formazione per un gruppo di volontari per formarli ed informarli intorno agli aspetti della cecità infantile e adolescenziale esaminati da molteplici prospettive, nonché sulle problematiche dell’anziano non vedente. L’obiettivo è stato di potere usufruire di volontari, il cui impegno non è basato soltanto sull’improvvisazione ma sul giusto approccio con la minorazione visiva.

Comments are closed.