Percorso Multisensoriale al Buio

Foto corridoio buio

Che cos’è?

Si tratta di un’esperienza di forte impatto emotivo ed innovativo.
Una passeggiata nello storico istituto Domenico Martuscelli di Napoli, in luoghi rigorosamente oscurati che simulano le peculiarità delle nostre strade, inducendo i partecipanti ad utilizzare al meglio i loro sensi: udito, olfatto, gusto e tatto, saranno infatti i protagonisti di questo evento emozionante.

“Vedere senza guardare, si può fare?” – Il percorso

Gruppi di visitatori, saranno guidati da volontari non vedenti, percorreranno uno spazio che simula uno spaccato di vita quotidiana di una persona con disabilità visiva che deve assolvere compiti di ordinaria amministrazione all’interno della propria città: suoni e rumori del traffico, la confusione delle strade; negozi per acquisti di carattere domestico riconoscibili dagli odori e dai sapori; stanze adibite per riconoscere oggetti con l’uso del tatto; infine assisterete all’audio-descrizione di un film. Il tutto sarà accompagnato da una mostra di materiali didattici forniti dall’istituto Domenico Martuscelli ed ausili tiflotecnici fondamentali per lo studio e l’indipendenza personale.

Perché lo facciamo?

Siamo convinti che partecipare ad una visita di questa natura educativa e formativa, rappresenti una crescita personale importante: attraverso la scoperta dei sensi abitualmente sottovalutati, gli ospiti riconosceranno gli oggetti del loro quotidiano, proveranno nuove sensazioni, si sorprenderanno nel percepire una realtà sotto una nuova dimensione.
L’iniziativa è stata pensata e realizzata per diffondere cultura, conoscenza ed informazione su come le persone non vedenti ed ipovedenti  compiono azioni quotidiane utilizzando tutti i sensi eccetto il visivo.
Quante e quali strategie adottano per crearsi normali spazi di autonomia, occasioni di svago, costruzione di processi inclusivi.

Dipinto di un uomo nero avvolto dai sensi

PREZZI E ORARI

Orario Percorso

- Dal Lunedi al venerdì :

1° gruppo ore   9:00

2° gruppo ore 10:30

3° gruppo ore 12:00  

4° gruppo ore 16:00

5° gruppo ore 17:30

6° gruppo ore 19:00

 

- Il Sabato :

1° gruppo ore   9:00

2° gruppo ore 10:30

3° gruppo ore 12:00  

 

Prezzi 

Il contributo per le scuole è di € 3,00 a persona;

per gli studenti universitari € 5,00 a persona

e per gli altri € 7,00 a persona.

Il contributo è comprensivo di consumazione.

 

La prenotazione è da effettuare almeno 4 gg. prima;

è obbligatoria per tutti ai seguenti contatti:

Tel. 08119915172; Cell. 3407547659; Fax. 08119915173

E-mail: info@univocdinapoli.org

 

Il percorso Multisensoriale al buio si trova presso L’ISTITUTO DOMENICO MARTUSCELLI sito in LARGO DOMENICO MARTUSCELLI, 26 – 80127 VOMERO NAPOLI.

Metro L1 uscita Quattro Giornate poi autobus c33 fermata via Gemito – stadio collana
(4 fermate) scendere alla fermata Cilea – San Domenico

Metro L1 uscita Quattro Giornate, proseguire a piedi su via Cilea per circa 15 minuti

Metro L1 uscita Piazza Vanvitelli poi autobus c36 (vicino parcheggio taxi)

Metro L1 uscita Piazza Vanvitelli proseguire a piedi per circa 15 minuti tramite Via Alessandro Scarlatti e Via Belvedere.

3 Comments

  • Debora scrive:

    Oggi, con le mie colleghe universitarie, ho partecipato ad un’esperienza UNICA. Ci siamo immersi nel “mondo dei ciechi” per un po’ di tempo. Abbiamo ascoltato un film, gustato alimenti e bevande e provato ad indovinare frutta, verdura es indumenti, come al supermercato. Abbiamo sperimentato la tecnica del bastone bianco e quella della mano sulla spalla del compagno. È un’esperienza unica che consiglio a tutti.

  • Simpatiche Canaglie scrive:

    E poi buio….
    Quante emozioni diverse in noi…angoscia, pianti, timori, sorrisi …abbiamo visto al buio….
    Possiamo dire di essere entrati inconsapevoli e curiosi di ciò che stava per accadere e siamo usciti RICCHI di quanto possediamo senza farci caso, quanto anche il minimo del quotidiano sia indispensabile e mai scontato .
    Che ricchezza che abbiamo, che ricchezza che sono…qualcuno ha esordito dicendo: ma comm fa, chill c ver!
    Per loro quell’ora d buio è vita!
    Un grazie va all’Univoc di Napoli ONLUS per la pazienza , il supporto durante il percorso, le dettagliate notizie e per la stupenda esperienza.
    Un grazie speciale e di cuore va al presidente dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti – Provincia di Napoli Mario Mirabile per il suo gran cuore e per averci concesso di partecipare.

    Un’esperienza forte che consigliamo a tutti.
    Simpatiche canaglie

  • Maria scrive:

    Oggi pomeriggio grazie all’associazione UNIVOC abbiamo vissuto un esperienza forte si, ma indimenticabile e riflessiva allo stesso tempo….. Cosa sarà mai vi chiederete…. Per un paio d’ore ci siamo immersi nel mondo dei non vedenti, grazie ad una simulazione su come vive, si muove e orienta un non vedente….. Ci siamo immersi nel buio più totale… perché lo abbiamo fatto? Per provare a capire anche solo in minima parte cosa si prova…. come fanno nonostante le tante difficoltà a poter vivere in una realtà cosi forte già di per se, in un contesto sociale che non li rispetta PER NIENTE… A conclusione di questo percorso, mi sono resa conto che i “disabili” in parte siamo noi che ci consideriamo ” normodotati”, che poi di “normodotato” forse non abbiamo nulla….. Vi domando :Ci siamo mai impegnati a usare gli altri 4 sensi oltre quello della vista? Bhe’ credo proprio di no….. e forse andrebbe fatto credetemi…. forse solo così riusciremo a renderci conto quanta fatica si fa nel vivere in un contesto sociale dove mancano sentimenti molto importanti, come la SENSIBILITÀ E IL RISPETTO per chi la vita deve morderla ogni giorno, imparando ad essere guerriero per abbattere le tante barriere architettoniche e soprattutto quelle dell’ignoranza gli si presentino dinanzi ogni Santo giorno. In conclusione di ciò, se avete anche voi voglia di conoscere il mondo dei non vedenti, presso L’istituto Martuscelli al Vomero potete e avete tanto da imparare. Ne vale la pena!!! Sotto questo mio pensiero ho voluto pubblicare un pensiero molto riflessivo….. Riflettiamo gente riflettiamo!!!!

    P.s. Grazie a questo percorso ho superato la mia più grande paura…. “Il buio”

Lascia un Commento