Tempo libero

La nostra società, che vive e si muove con ritmi frenetici, che bada molto più all’apparenza che alla sostanza delle cose, condanna all’emarginazione molti, il cui pane quotidiano diventa la solitudine.

In che modo una persona cieca può rapportarsi a tutto questo e tenere a bada lo spettro incombente dell’emarginazione e dell’isolamento?

I ciechi che intendono impegnare il proprio tempo libero sicuramente incontrano più difficoltà dei vedenti, in quanto non tutti hanno la fortuna di avere un familiare o un amico che sia disposto a condividerlo.

Per superare questi ostacoli ed invogliare i ciechi a partecipare ad iniziative non organizzate esclusivamente per loro, l’U.N.I.Vo.C. di Napoli programma gite tra natura e cultura, serate a teatro, cinema e qualsiasi altra iniziativa che possa interessare, arricchire culturalmente, stimolare la socializzazione e aumentare l’autostima e la curiosità di tutti.

immagine di una ragazza che sorride mentre cammina libera e a braccia aperte in un prato

Comments are closed.