VEDIAMOCI CHIARO

  • By admin
  • 28 marzo, 2017
  • Commenti disabilitati

“Vediamoci Chiaro”

È questo lo slogan dell’iniziativa di sensibilizzazione, formazione  e promozione che la Sezione Provinciale di Napoli dell’U.N.I.Vo.C. ha svolto dal 6 al 14 marzo allestendo un percorso multisensoriale al buio, ricco di odori, sapori e saperi, presso la sede operativa situata in pieno centro storico e, precisamente in Via Costantinopoli 19,  in un contesto ricco di arte, cultura, gastronomia.

Con il prezioso aiuto di volontari del servizio civile che ci hanno supportato anche se non ancora in servizio ufficiale,con le formidabili capacità di tante guide non vedenti,abbiamo accolto, nel corso degli 8 giorni di programma, circa 500 ragazzi provenienti da scuole secondarie di primo e secondo grado e circa 100 persone adulte che si sono prenotate per vivere un’esperienza certamente non consueta ed omologabile.

A conclusione di questa lunga ed impegnativa avventura,noi dell’U.N.I.Vo.C. napoletana e quanti ci hanno aiutato a renderla viva e bella, possiamo dirci soddisfatti  dei risultati, perché studenti di varie età ed estrazione sociale, docenti accompagnatori, visitatori giunti attraverso il passaparola, hanno rilasciato commenti non di banale valore compensativo sulla presunta eccezionalità dei ciechi, bensì riflessioni spontanee  e significative sul senso del vivere in assenza del vedere, sul come è forte l’emozione del buio, sulla vera reciprocità che si stabilisce quando si superano i pregiudizi stereotipati.

Ci sono stati, inizialmente, timori dovuti alla consapevolezza che tenere insieme tanti ragazzi, coinvolgerli, sostenerne le possibili intemperanze, sarebbe stato  uno scoglio molto difficile, ma un buon tasso di fantasia, la forza della passione comune a tutti coloro che hanno fatto squadra, hanno consentito una riuscita bella e positiva anche sul piano educativo, dell’iniziativa.

La sorpresa è stata quella di constatare nei ragazzi la grande curiosità di conoscere le diverse modalità con le quali  noi ciechi (soprattutto assoluti), ci organizziamo nelle varie azioni della vita quotidiana, come riusciamo  a coltivare il senso estetico, come facciamo a godere della bellezza, quanto e se possiamo essere felici.

Tutte queste domande sono state certamente stimolate dalla varietà del percorso organizzato, che  si  è articolato attraverso odori forti, sapori abbastanza netti, oggetti tattilmente gestibili, suoni orientativi, audiodescrizioni di scene da film; ma va detto che in moltissimi ragazzi  abbiamo trovato  una interessante apertura e disponibilità alla conoscenza e alla scoperta del valore concreto che hanno gli incontri con persone  che, come noi, vivono svolgendo attività  lavorative, sportive, domestiche, di impegno sociale, amano, soffrono e raggiungono obiettivi  utilizzando codici di autonomia diversi e specifici  e non  rinunciano  al diritto di essere liberi.

In conclusione, proprio per dare il senso realistico dell’esperienza, abbiamo riportato sul nostro sito dell’U.N.I.Vo.C. Napoli, una piccola parte delle testimonianze scritte dai tantissimi visitatori studenti.

Silvana Piscopo

Presidente Provinciale Univoc Napoli.

RIPORTIAMO PARTE DELLE TESTIMONIANZE RILASCIATE DAI VISITATORI DEL PERCORSO MULTISENSORIALE AL BUIO DELL’EVENTO ‘VEDIAMOCI CHIARO’ ORGANIZZATO DALL’ U.N.I.Vo.C.  NAPOLI NEL MESE DI MARZO 2017

Su circa 500 ragazzi riportiamo alcuni commenti:

“L’esperienza è stata fantastica perché abbiamo scoperto come i non vedenti possono fare le stesse cose che facciamo noi vedenti nonostante le difficoltà.”     Mario I D

“Oggi ho vissuto un ‘ esperienza forte perché passare dal vedere al non vedere ed orientarmi con gli altri sensi non è affatto semplice. Ringrazio tutti per averci fatto capire come sia diverso ‘vedere’ il mondo senza occhi.”    Mariana I D

“Oggi abbiamo vissuto una nuova esperienza: per un’ora siamo stati in una stanza completamente al buio, vivendo l’emozione di essere completamente ciechi. All’inizio mi sono spaventato poi piano piano mi sono adattato.”        Fabrizio I D

“Oggi ho vissuto un’esperienza irripetibile perché abbiamo fatto delle prove di tatto, di udito, di gusto e di olfatto, come se fossimo non vedenti.”   Carmen I D

“’Per me questa è stata un’esperienza bellissima, perché abbiamo vissuto quello che provano tutti i giorni i non vedenti. Ci hanno anche spiegato come si riescono a muovere in città.”                                                                 Gaeta Gabriele.

“Questa esperienza mi resterà impressa perché ho capito che i non vedenti, soprattutto all’inizio, si sono sentiti disorientati perché la vista e il dato sensoriale che trasmette più informazioni al cervello.”

“E’ stata un’esperienza bellissima e mi è servita a capire cosa si prova a non vedere.”

“Un’esperienza nuova, una realtà diversa. Una bellissima visione della realtà, complimenti!”

“E’ stato molto bello ed utile.”

“E’ un’esperienza da raccontare a tutti, spero in altri incontri.”

“Mi sono resa conto di tutte le difficoltà che incontrano i non vedenti mentre noi sottovalutiamo.”

“E’ stata un’emozione entusiasmante, ed ho capto molte cose. E‘ stato difficile ma dopo poco ci siamo adattati.”

“E’ stata un’esperienza unica, sono stato contento di aver partecipato ed ho scoperto tante cose nuove e curiose.”

“E’ stata una bella esperienza e spero che si ripeta.”

“E’ stata una sensazione strana, sono riuscito a stimolare tutti gli altri sensi, è stato veramente bello!”

“E’ stato magnifico, ho imparato tante cose, ho provato tante emozioni. All’inizio stavo per svenire poi mi sono divertito. Grazie!”

“E’ stata un’esperienza memorabile e meravigliosa che ci ha fatto capire come si orientano i ciechi, grazie!”        Ludo

“Grazie di tutto, è stata un’esperienza bellissima ora so cosa vuol dire essere ciechi.”

“ E’ stata un’esperienza fantastica che mi rimarrà per tuta la vita. In questa simulazione ci hanno portato a scoprire un pò come vivono le persone non vedenti, e l’hanno fatto alla perfezione.”         DINO 2 C

“ Devo dire che dopo questa breve esperienza ho cambiato il mio modo di pensare, ho compreso il mondo da un altro punto di vista: quello dei non vedenti…”   Diana De Stefano 2C

“Non solo chi vede può farcela, bravi!”     Nunzia

“Un’ esperienza molto interessante, sicuramente da rifare. Le guide non vedenti sono state molto simpatiche e socievoli, ci hanno aiutato a capire il loro mondo e ho provato ammirazione per questa associazione.”  Un saluto dai ragazzi della 5^ E (Rita Levi Montalcini Quarto Napoli). Un caloroso abbraccio speriamo di rincontrarvi.

“Non immaginavo che per riconoscere le cose bisogna usare anche altri sensi!” Emanuele Cozzolino

“E’ stata un’esperienza molto bella la vorrei rifare. Grazie a tutti.”   Raffaele Ferrieri

“Un’esperienza fantastica, molto entusiasmante. Qui ho capito che non conta solo la vista.”   Simone

“ Pensavo si potesse vedere solo con gli occhi, ma avete saputo insegnarmi che si può vedere anche con tutto il resto. Grazie!”         Fabiana

“E’ un’altra realtà ma non è cupa o particolarmente triste. Ho capito, percepito che la vita continua con un cielo blu o totalmente nero. La vittoria è accettarlo e vivere la vita.”    Sara De Stefano

“E’ stata un’esperienza fantastica, fa quasi venire voglia di diventare ciechi.”   Anna

“E’ stata una bellissima esperienza perché mi sono fidata di loro anche senza vedere. Hanno una grande forza e me ne hanno trasmessa tanta.”     Liliana

 

L’U.N.I.Vo.C. ringrazia le guide non vedenti che hanno accompagnato tutti i visitatori, i giovani in servizio civile che, con la loro disponibilità, ci hanno consentito d’intraprendere questa iniziativa impegnativa ed importante per la sensibilizzazione sulle problematiche delle persone non vedenti e ipovedenti.

Categories: Senza categoria

Comments are closed.